Euro 2020: 5 curiosità comunicative che forse non conosci

Al di fuori dei Mondiali, gli Europei sono certamente l’evento calcistico più prestigioso e seguito al mondo. Oggi, alla vigilia della finale della nostra nazionale agli EURO 2020, non potevo non parlarvi di 5 cose che forse ancora non sapete riguardo a questo europeo di calcio (per quanto riguarda social e comunicazione).

1 – TIKTOK PARTNER UFFICIALE DEGLI EUROPEI DI CALCIO 2020. MA COSA SI NASCONDE DIETRO?

Vi sarete accorti della frequenza con cui brand cinesi apparivano nei cartelloni pubblicitari delle partite degli europei e chiedendomi il perché ho fatto una ricerca online. I cinesi stanno lavorando per catturare l’attenzione degli europei e la conquista di un mercato in cui la Cina vuole opporsi.

La Cina negli anni scorsi ha speso tantissimi soldi per poter mettere in piedi una nazionale che potesse competere a livello mondiale senza ottenere risultati. Ecco perché la rinascita potrebbe passare dalla brand awarness e dalla loro presenza massiccia in un evento calcistico e mondiale come questo.

In ogni caso, la presenza come primo sponsor di TikTok è un traguardo importante perché, per la prima volta, una piattaforma di intrattenimento digitale sponsorizza una delle maggiori competizioni internazionali (anche Google e Facebook avevano provato negli anni passati senza mai riuscire ad imporre la loro presenza).

La piattaforma social cinese in questo periodo di europei ha svolto un lavoro eccezionale con challenge, musiche, filtri e chi più ne ha più ne metta. Forse l’unico errore è stato che tutta questa comunicazione si sia svolto quasi unicamente nella loro piattaforma .

In ogni caso tanto di cappello. Questo è uno dei video più visti in TikTok sulla pagina ufficiale Euro 2020

@euro2020

Hyped for #EURO2020? Show us your excitement and nominate a mate to join you using #EUROHyped and WeAreThePeople.

♬ We Are The People (feat. Bono & The Edge) (Official UEFA EURO 2020 Song) – Martin Garrix

2 – PUMA E I 22 MILIONI DI EURO ANNUI PER ESSERE SULLA MAGLIETTA DELLA NAZIONALE ITALIANA

La Puma, sponsor della nazionale con il suo logo sulla maglia dal 2008 con rinnovamento di contratto nel 2015, paga la bellezza di circa 22 milioni di euro all’anno per la sua presenza. Un budget sicuramente alto anche se molto lontano da quello speso in Francia e Germania, dove Nike e Adidas ricevono 50 milioni e mezzo e 50 milioni unicamente dagli sponsor.

Per la Nazionale di calcio italiana, oltre a Puma quest’anno ci sono ben 31 sponsor.

Tra questi il settore commerciale di riferimento è quello alimentare, tra prodotto e distribuzione, considerando che ce ne sono ben 9 su 31 totali.

3- QUANTI FOLLOWER INSTAGRAM ACQUISISCE UN GIOCATORE DURANTE UNA PARTITA DEGLI EUROPEI

Ho seguito con attenzione e apprezzamento tantissimo la live svolta da Veronica Civiero e Yari di Not Just Analytics .

Vi lascio la live qui di seguito e vi invito a guardarla perché ha delle analisi molto interessanti e spunti di riflessione comunicativamente parlando.

Al riguardo sugli argomenti trattati, ho dato molta attenzione a quanta visibilità porta instagram ai giocatori degli europei.

Con questo scopo sono andata quindi ad analizzare qualche dato, mettendo come frame la sola giornata del 6 luglio, serata della semifinale dell’Italia contro la Spagna.

Questo qualche dato (analizzato con notjustanalytics)

  • Federico Chiesa, giocatore che ha segnato il primo gol dell’Italia e che trovate in Instagram come @fedexchiesa, ha visto nell’ultimo mese un aumento di follower di 313.703, con un aumento nella sola serata della semifinale di 243,928 . Un numero pazzesco considerando i suoi 1,656,411 follower attuali.
  • Gianluigi Donnarumma (su Instagram come @gigiodonna99), portiere della nazionale che con la sua performance ai rigori ha permesso all’Italia di passare alle finali, ha avuto nella sola serata della finale un aumento di +138196. Da sottolineare come l’interazione del suo pubblico sia aumentata in questo momento: infatti la foto pubblicata alle 1:29 dopo più di un’ora dopo la fine della partita, prende 338,032 like, quando la sua media per gli altri post si aggirava intorno al 164.522 like. Nell’ultimo grafico vi aggiungo anche qualcosa su cui riflettere e cioè la perdita dei suoi follower in giorni specifici. Ma qui potremo aprire un capitolo a parte.
  • La pagina ufficiale della nazionale (@azzurri) prende solo durante la serata della partita e il giorno seguente +557,986 nuovi follower e i primi 14 post pubblicati subito dopo la fine della partita ricevono il triplo del numero normale di like e interazioni (il video pubblicato a 00:09 ha 546,257 like, 4,843 commenti e 1,499,368 View)
  • Chiudo con il profilo del mister Roberto Mancini, che nella solo serata della semifinale ha preso +47,593 nuovi follower e nella foto pubblicata alle 00:09 233,480 like e 4,737 commenti ( quando la media contava 104.758 like e 1.243 commenti per post). Interessante vedere nel grafico sotto come i picchi vengano proprio durante le serate delle partite.

4 – I BIG DATA E COME INFLUISCONO SUI GIOCATORI E SUL LORO RENDIMENTO

Grazie ai BigData ormai si possono conoscere molte informazioni sui giocatori e addirittura prevenire gli infortuni. Un’eccellenza made in Italy che si sta testando durante questi EURO 2020 è Noisefeed injuries.

E’ più grande database al mondo sullo storico degli infortuni e lo studio dell’integrità fisica dei calciatori professionisti, attualmente ha registrati 400 calciatori di cui tiene traccia del rendimento in partita e in allenamento oltre a controllare fattori che incidono sullo stato di forma come alimentazione e cicli di sonno

“Non vogliamo stroncare la carriera di nessuno. Siamo a supporto del club e del giocatore stesso”Nicolò Cavallo, CEO di Noisefeed Injuries

Portogallo e Svizzera sono state agli europei tra le prime a sfruttare questo servizio.

5 – IL VINCITORE DI EURO 2020 SECONDO L’ALGORITMO

Secondo le previsioni di un algoritmo di intelligenza artificiale messo a punto da un gruppo di ricerca europeo guidato dall’università di Innsbruck, in Austria, sarebbe stata la Francia la vincitrice di questo europeo 2020.

Le analisi sono state fatte mettendo a confronto il valore di mercato dei giocatori delle squadre e i risultati ricevuti negli ultimi 8 anni.

Sempre secondo l’algoritmo seconda sarebbe dovuta essere l’ Inghilterra e terza la Spagna mentre all’Italia, sempre secondo l’algoritmo, andrebbe la settima posizione con il 7,9% di probabilità per la vittoria finale.

Per fortuna siamo ancora in un mondo in cui l’algoritmo il più delle volte commette errori.

Che dire, non ci resta che tirare fuori bandiere e trombe e tifare i nostri ragazzi. Pronti a cantare ‘po-popopo-po‘ (se non sapete l’origine di questa canzone, leggete questo articolo).

Forza Italia

SHARE

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Sezioni del blog:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Ho letto e accetto la Privacy Policy